MUS

La maggior parte delle persone adulte soffre o ha sofferto di sintomi vaghi, vale a dire di quella larga famiglia di disturbi di varia natura che solo raramente sfocia in una diagnosi precisa, mantenendosi invece piuttosto spesso entro i contorni di quadri clinici generalmente alterati, ma non al punto da apparire patologici. La letteratura in materia ha conosciuto un notevole sviluppo dagli anni Ottanta ad oggi, prevalentemente a causa della crescente incidenza del fenomeno, considerato al giorno d’oggi come una delle problematiche più frequenti, dispendiose e di più complessa gestione nell’ambito della medicina generale. Nella letteratura anglosassone questi sintomi sono identificati con l’acronimo MUS (Medically Unexplained Symptoms, Sintomi Vaghi e Aspecifici).

Quali sono i tipici MUS?

  • Stanchezza cronica
  • Insonnia e/o sonnolenza persistenti
  • Mani e piedi sempre freddi
  • Mal di testa cronico
  • Fame eccessiva o inappetenza
  • Acidità, senso di pienezza, gonfiore dopo ogni pasto
  • Stitichezza cronica
  • Colon irritabile
  • Disturbi del tono dell’umore
  • Ansia, apatia, attacchi di panico
  • Fibromialgie

Questi sono solo alcuni dei sintomi che fanno parte dell’esperienza comune di tutti, ed è forse questo uno dei motivi che comportano la generale tendenza a minimizzarne la portata. I MUS devono essere studiati a fondo, solo in questo modo sarà possibile intraprendere una strada terapeutica che miri al recupero dell’equilibrio fisiologico. Diversamente, il rischio sarebbe quello di “coprire” il sintomo per qualche tempo, senza sapere esattamente cosa aspettarsi su un più lungo periodo.
Una persona può definirsi “sana” quando non presenta alcuna tipologia di MUS.

Clicca sul pulsante qui a lato per scaricare e compilare la scheda di autovalutazione Sintomi Vaghi e Aspecifici (MUS).